EDILTOSCANA

Le tue bollette sono sempre più alte? Hai l’impressione che il vento soffi dentro casa ogni volta che senti il cigolio dei tuoi vecchi infissi?

SWISS PEARL è la nuova tecnologia Svizzera, con cui ho creato il mio nuovo protocollo

CASA VENTILATA

Grazie al quale potrai isolare la tua casa AL 100% dagli agenti atmosferici senza bisogno del “Cappotto”.

Siamo rivenditori unici di questa tecnologia per la Toscana.

Noterai una riduzione dei costi delle bollette di almeno l’80% in inverno,mentre in estate gli ambienti ventilati ti permetteranno di ridurre l’uso del condizionatore.



Caro cliente,

Il cappotto termico è una favola solo Italiana. E sai perché?

Lascia che te lo spieghi.

Devi sapere che nel secondo dopoguerra il patrimonio edilizio Italiano si è più che raddoppiato! Infatti siamo passati da 9 milioni di abitazioni costruite nel 1945 a 19,7 milioni di unità nel 1991 (fonte censis).

La dura verità è che in quel periodo si è costruito tanto e male. Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, grazie al piano Marshall l’Italia ha vissuto il suo massimo periodo di splendore e benessere economico e sociale…

Ovvero attraversammo il cosiddetto BOOM ECONOMICO o MIRACOLO ITALIANO. Quelli erano gli anni del benessere. I famosi anni 70,80,90… gli anni dei cinepanettoni e Gerry Calà al Forte.

Inoltre grazie ad Enrico Mattei ed il suo piano per l’Africa l’Italia aveva soddisfatto il suo fabbisogno energetico. Quindi i costi delle bollette e del riscaldamento sono sempre stati molto contenuti. E se anche si alzavano nei mesi invernali, pensavi…

CHISSENEFREGA!

Perché il tuo stipendio era alto… L’inflazione non era un problema perché con la Scala Mobile, introdotta dal governo Dini le retribuzioni venivano automaticamente adeguate al costo della vita.

Insomma erano gli anni dell’abbondanza.

Tuttavia, oggi tutto questo è solo un lontano ricordo…

L’Africa non è più il nostro serbatoio naturale di gas. Il gas Russo non ci arriva più grazie alla guerra in Ucraina.

Per questo motivo le bollette sono sempre più alte perché il gas è sempre più costoso. L’inflazione galoppa a due cifre e non c’è un sistema di protezione sociale.

Il tuo stipendio non è adeguato al costo della vita.

Anche se in questi 20 anni hai mantenuto o incrementato il tuo stipendio, oggi vale comunque meno. Ma non è finita qua perché adesso l’Europa ci impone la neutralità climatica entro il 2050.

Tutti e quindi anche tu, se non sei almeno in classe D, dovrai svolgere dei lavori di efficientamento energetico sulla tua casa.

Per questo motivo io mi chiedo:

Come si può isolare termicamente una casa che non è stata pensata e poi costruita per essere isolata termicamente?

Infatti questi 3 fattori combinati assieme hanno generato:

La barzelletta Italiana del cappotto termico!

Prima di andare avanti lascia che ti dica che lo ritengo comunque uno strumento più che utile per efficientare, almeno in parte la tua casa.

Ti dico in parte…perché è vero che in astratto il cappotto riesce ad isolare la tua casa. Ovviamente più spesso lo scegli e più alto sarà il suo grado di isolamento. Tuttavia è vero anche che l’attimo subito dopo che scegli di mettere il cappotto ti scontri con una dura ed inaspettata scelta: Ovvero cappotto termico interno o sterno? 

Quale metti? O meglio quale puoi mettere?

Perché questa è una tecnologia che non si può applicare sempre e a tutti i tipi di case. Ad esempio se hai un’immobile risalente agli anni 70/80 nel 90% dei casi sei stato costretto a mettere il cappotto interno perché non potevi applicare quello esterno. Eh… se hai già effettuato un preventivo saprai benissimo che…Quanta superficie calpestabile ti toglie il cappotto interno.

Colpa tua? No

Colpa del costruttore di allora? Nemmeno, semplicemente ai tempi andava bene e si poteva costruire così.

Perché?

Ricordi quando ti ho spiegato il dopoguerra e gli anni dell’abbondanza. A quei tempi più spendevi e più dimostravi di essere benestante. Spegnere il riscaldamento? Era “roba da poveri”. Se invece hai una casa costruita a partire dagli anni 90 in poi, allora 9/10 puoi mettere il cappotto esterno.

Ed è proprio a questo punto che inizia la truffa!

Infatti secondo quanto riporta CORTEXA, consorzio di produttori del cappotto termico di qualità, nel loro report annuale: “Con l’adozione di questa tecnologia da parte di un’immobile il risparmio annuo in bolletta non supera, in ogni caso il 20%”Non male per una spesa media compresa tra i 120 e i 160 euro al metro quadrato. Quindi se ipotizziamo una superficie complessiva di 480 metri quadrati, che corrisponde ad un immobile di 4 lati di 120 metri quadrati ciascuno, e lo moltiplichiamo per 140 euro (valore medio tra i 120 e i 160 euro) al metro quadrato…

otteniamo una spesa media per mettere il cappotto esterno di 67.200,00 euro. Adesso se consideri che solo nell’ultimo anno le bollette sono cresciute di un 35% dai dati dell’enea…

Risulta evidente che anche se hai implementato il cappotto,

che ha portato con se un risparmio di spesa nei tuoi consumi di energia del 20%…

Alla fine della fiera e dopo che hai speso la bellezza di 67.200 euro pagherai comunque un 15% in più le bollette, non ostante il cappotto. Questo accade perché l’aumento delle spese energetiche (le bollette) è più che proporzionale rispetto al risparmio conseguito con il cappotto.

E se le bollette continueranno ad aumentare come da due anni a questa parte?

Bhè ovvio…  Pagherai sempre un po’ meno dell’aumento per via del cappotto ma non otterrai mai un saldo positivo da questa operazione.

Inoltre riuscirai ad ottenere il risparmio del 20% dato dal cappotto se e solo se:

  1. soluzione con certificazione ETA, senza la quale non è possibile ottenere il marchio CE. Quindi soluzioni diverse dal sistema a cappotto sono fuorilegge.
  2. I materiali con cui viene implementato il sistema a cappotto devono avere la certificazione CAM, senza la quale non puoi accedere ai bonus fiscali.
  3. i lavori siano stati eseguiti a regola d’arte.

 

So che adesso probabilmente ti stai chiedendo:

“Esiste una soluzione che mi consenta di non accendere più il riscaldamento d’inverno e il climatizzatore in estate?”

Ovviamente la risposta è si e la soluzione si chiama:

CASA VENTILATA

Grazie al quale potrai isolare la tua casa AL 100% dagli agenti atmosferici senza bisogno del “Cappotto”.

Ma prima di dirti come funziona lascia che mi presenti, e ti dica perché ti dovresti fidare di me:

Mi chiamo Luca Panichi ed ho 49 anni, e da ben 23 anni sono il titolare della ditta Ediltoscana. E prima? Lavoravo come muratore in Ediltoscana. Perché mi ha sempre appassionato il settore delle costruzioni. Tuttavia la verità è che siamo un’azienda storica a conduzione familiare.

Infatti io sono la terza generazione di Panichi che guida l’azienda dopo mio nonno Paris e mio babbo Ottavio.

Sperò che ci sarà una quarta generazione che guiderà l’azienda dopo di me, anche se…avendo due bellissime bambine…non so quanto si possano appassionare al settore delle costruzioni. Tuttavia devi sapere che nei nostri 70 anni di attività abbiamo realizzato 535 cantieri in tutta la Toscana. Superando sempre tutte le crisi del settore edile che si sono succedute negli anni, nel nostro paese.

Direi che sei in buone mani.

E’ solo grazie a questi 31 anni di esperienza sul campo che sono riuscito a creare il protocollo… CASA VENTILATA

Adesso, lascia che ti mostri come funziona questa nuova tecnologia “Swiss Pearl” proveniente dalla Svizzera.

Casa ventilata si basa sul principio della “camera d’aria”. Ovvero si crea uno spazio vuoto di 10Cm tra la parete esterna della tua abitazione e la superficie isolante. In questo spazio vuoto chiaramente è presente l’aria.

Perché devi sapere che l’isolante per eccellenza è proprio l’aria. Infatti il caldo dei mesi estivi o il freddo dei mesi invernali, in prima battuta colpiranno la superficie isolante.

Mentre in seconda battuta colpiranno l’aria che è presente all’interno dell’intercapedine che separa il muro esterno della tua casa dalla superficie isolante. Ed è proprio a questo punto che l’aria disperde l’80% della fonte di calore o della corrente fredda che ha superato la parte isolante.

Invece se vuoi conoscere la tecnologia con cui viene creata la superficie isolante Swiss Pearl…

Devi sapere che si tratta di lastre di Fibra di Cemento, finemente colorate e definita.

E se adesso stai pensando: “Luca, ma la fibra di cemento è esteticamente bella?”

Direi proprio di si, guarda tu stesso il risultato finale di interventi già ultimati nelle foto qua sotto. 

Oppure stai pensando:

“Bella questa fibra di cemento, moderna e di design… Invece per il tetto come posso fare?

Puoi isolare anche il tuo tetto con questa tecnologia. In questo modo avrai schermato interamente la tua casa.

Cosa che non puoi fare con il sistema a cappotto termico. Perché il “sistema a cappotto” è pensato solamente per le pareti della tua abitazione. E non si applica al tetto. Il risultato finale per l’isolamento della tua casa è quello che vedi nelle foto qua sotto:

Inoltre se decidi di ristrutturare con noi potrai sfruttare questi 5 bonus che ti trasporteranno comodamente verso il risultato promesso:

Per noi tutti i clienti sono importanti. Tuttavia, quelli che decidono di affidarsi a noi in tempi rapidi premiando: la nostra storia, la qualità, l’efficienza con cui lavoriamo

Per me sono i migliori.

Per questo motivo abbiamo deciso di premiare le persone come te: ovvero quelle che decidono di darci fiducia in tempi rapidi e non ci scelgono esclusivamente sul prezzo più basso…con uno sconto speciale 

Sconto del 5% se ci affidi il Restyling entro 1 settimana dalla consegna del preventivo

Sconto del 2,5% se ci affidi il Restyling entro 2 settimane dalla consegna del preventivo



Adesso stai pensando che: “è tutto troppo bello per essere vero? Ci deve essere qualcosa sotto!” Si hai ragione, lascia che ti presenti la mia speciale forma di garanzia:

in collo a luca

Vuoi sapere come funziona la mia speciale forma di garanzia “In collo a Luca”? Beh è semplice,

pago di tasca mia: ogni settimana di ritardo oltre la data di fine lavori; l’ulteriore periodo in affitto della tua abitazione;

Per oggi è tutto, Ti attendo al sopralluogo,

Un saluto, Luca Panichi

EDILTOSCANA SRL DI PANICHI LUCA 

Via Sandro Pertini, 61 Calcinaia, 56012 Pisa

PARTITA IVA :  02371290509 

CODICE DESTINATARIO/ UNIVOCO : KRRH6B9

MAIL: info@ediltoscana.net



FISSO/FAX : 0587 489920

CODICE FISCALE LEGALE RAPPRESENTANTE 

C.F PNC LCU 74T12 G702W

Indirizzo PEC: ediltoscana.srl@cgn.legalmail.it



Banca d’appoggio Ediltoscana S.r.l. di Panichi Luca :

Cassa di risparmio di Volterra Spa,

Filiale Pontedera

IBAN : IT29C0637071130000010705026.



clicca qua e scrivici