BONUS EDILIZIA 2022 (aggiornamento unifamiliari)

GUIDA AI BONUS: EDILIZIA nel 2022

  • SUPERBONUS
  • ECOBONUS
  • SISMABONUS
  • BONUS RISTRUTTURAZIONI 50
  • BONUS FACCIATE 
  • BONUS MOBILI
  • BONUS VERDE 
  • ECOBONUS CONDOMINIALE
  • ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE
Informazioni sui Bonus

SUPERBONUS

Agevolazione con aliquota di detrazione al 110% per le spese sostenute per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, messa in sicurezza statica, installazione di impianti fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Gli interventi che rientrano nel Superbonus sono:

  • Intervento di isolamento termico delle superfici opache verticali orizzontali o inclinate che interessano la superficie disperdente dell'edificio con incidenza superiore al 25% (trainante eco bonus 110);
  • Intervento per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti (trainante 110)
  • Interventi antisismici;
  • Interventi già agevolati da eco bonus (trainanti);
  • Intervento per l'installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici;
  • Intervento per l'installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • Eliminazione barriere architettoniche.

Qual è la percentuale di detrazione?

La percentuale di detrazione pari al 110% della spesa sostenuta.

 

Per i condomini e gli edifici da due a quattro unità immobiliari appartenenti allo stesso proprietario, la detrazione è pari a: 110% fino al 31/12/2023, 70% nel 2024, 65% nel 2025.

Quali sono le scadenze?

  • Condomini: 31/12/2025;
  • ONLUS: 31/12/2025;
  • Edificio composto da due a quattro unità immobiliari: 31/12/2025;
  • Edifici unifamiliari o assimilabili: 31/12/2022 a condizione che entro il 30/09/2022 sia concluso almeno il 30% degli interventi;
  • Cooperative di abitazione proprietà indivisa: 30/06 2023 prorogabile al 31/12/2023 se entro il 30 06 2023 È concluso almeno il 60% di tutti gli interventi;
  • IACP: 30/06/2023 prorogabile al 31/12/2023 se entro il 30/06/2023 è concluso almeno il 60% di tutti gli interventi;
  • ASD o SSD: 30/06/2022.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

  • 5 anni per le spese fino al 31/12/2021;
  • 4 quote annuali di pari importo per le spese sostenute nel 2022.

È possibile cedere il credito?

Sì, il beneficiario della detrazione può usarla in maniera diretta oppure optare per uno sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2025.

Chi sono i beneficiari:

  • Condomini;
  • IACP;
  • ONLUS;
  • Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione);
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • ASD o SSD (solo immobili o parte di immobili adibiti a spogliatoi).

Quali sono gli immobili agevolati?

  • Edificio plurifamiliare (condomini costituiti o meno);
  • Edificio unifamiliare;
  • Unità immobiliare in condominio con accesso autonomo e funzionalmente indipendente;
  • Edificio da due a quattro unità immobiliari appartenenti a un unico proprietario;
  • Edifici appartenenti IACP;
  • Edificio categoria B/1 appartenente a ONLUS; 
  • Edificio categoria B/2 appartenente a ONLUS;
  • Edificio categoria D/4 appartenente a ONLUS;
  • Immobile o parte di immobile adibito a spogliatoio appartenenti a ASD o SSD.

Ecobonus

ECOBONUS

Detrazione per interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

Gli interventi che rientrano nell'Ecobonus sono:

  • Intervento di riqualificazione energetica su edificio esistente;
  • intervento su involucro di edificio esistente;
  • Intervento di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi;
  • Intervento di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione;
  • Intervento in sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaia a condensazione, sistemi di termoregolazione o con generatori ibridi o con pompe di calore, intervento di sostituzione di scalda acqua;
  • Intervento di istallazione di pannelli solari/collettori solari;
  • Acquisto e posa in opera di schermature solari, impianti di climatizzazione invernale a biomasse combustibili;
  • Acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per controllo da remoto.

Qual è la percentuale di detrazione?

50% o 65%, con l'introduzione del super bonus si può arrivare al 110%.

Quali sono le scadenze?

31/12/2024.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

Spesa può essere detratta in 10 anni.

È possibile cedere il credito?

Sì, il beneficiario della detrazione può usarlo in maniera diretta oppure optare per uno sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2024.

Chi sono i beneficiari?

  • Condomini;
  • IACP;
  • ONLUS;
  • Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione);
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • ASD o SSD ( solo immobili o parte di immobili adibiti a spogliatoi).

Quali sono gli immobili agevolati?

  • edifici plurifamiliari (condomini costituiti o meno)
  • Edifici unifamiliari
  • Unità immobiliari
  • Locali destinati esercizio di attività d'impresa, arti o professioni

SismaBonus

   SISMABONUS

 

È una detrazione dal 50 all'85% delle spese sostenute per gli interventi di messa in sicurezza statica di edifici in zone ad alto rischio sismico.

Gli interventi che rientrano nel Sismabonus sono:

  • Miglioramento sismico;
  • Adeguamento sismico;
  • Interventi sulle coperture o sul loro porzioni finalizzate all'aumento della capacità portante, alla riduzione dei pesi, all'eliminazione delle spinte applicate alle strutture verticali, al miglioramento dell'azione di ritegno delle murature, alla riparazione, integrazione, sostituzione di elementi della copertura;
  • Interventi di riparazione e ripristino della resistenza originaria di elementi strutturali in muratura, calcestruzzo armato, acciaio, ormai ammalorati;
  • Interventi volti a ridurre la possibilità di innesco di meccanismi locali.

Qual è la percentuale di detrazione?

La detrazione varia dal 50% all'85%, con l'introduzione del super bonus si può arrivare al 110%.

Quali sono le scadenze?

31/12/2024.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

La spesa può essere detratta in 5 anni.

Si può cedere il credito?

Sì, il beneficiario della detrazione può usarlo in maniera diretta oppure optare per sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2024.

Chi sono i beneficiari?

  • Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione);
  • Contribuenti titolari di reddito di impresa;
  • Condomini;
  • Operative di abitazioni a proprietà indivisa.

Quali sono gli immobili agevolati?

  • Edificio plurifamiliare (condomini costituiti o meno);
  • Edificio unifamiliare;
  • Locale destinato all'esercizio di attività d'impresa, arti o professioni;
  • Edificio destinato alle attività produttive.

                 

Bonus Ristrutturazione 50

BONUS RISTRUTTURAZIONE 50

 

Prevede una detrazione fiscale per lavori edili del 50% delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria negli edifici singoli e manutenzione ordinaria nei condomini.

Gli interventi che rientrano nel Bonus Ristrutturazione 50 sono:

  • Manutenzione straordinaria;
  • Restauro e recupero conservativo;
  • Ristrutturazione edilizia;
  • Manutenzione ordinaria effettuata sulle parti comuni;
  • Intervento per il conseguimento di risparmi energetici con l'istallazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia.

Qual è la percentuale di detrazione?

È pari al 50% della spesa sostenuta, con una spesa massima di 96.000€.

Quali sono le scadenze?

31/12/2024.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

La spesa può essere detratta in 10 anni

È possibile cedere il credito?

Si, il beneficiario della detrazione può usarlo in maniera diretta oppure optare per sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2024.

Chi sono i beneficiari?

  • Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione);
  • Condomini;
  • Soci di cooperative divise e indivise;
  • Soci di società semplici;
  • Imprenditori individuali.

Quali sono gli immobili agevolati?

– Edificio plurifamiliare (condomini costituiti o meno);

– Edificio unifamiliare;

– Unità immobiliare (in condominio).

 

bonus facciate

BONUS FACCIATE 

Il bonus facciate prevede una detrazione fiscale del 90% per i lavori destinati al ripristino delle facciate degli edifici, senza massimale di spesa.

Gli interventi che rientrano nel Bonus Facciate sono:

  • Pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata;
  • Interventi su balconi, ornamenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura;
  • Interventi sulle strutture opache verticali della facciata influenti dal punto di vista termico e che interessa in oltre il 10% dell'intonaco della superficie lorda complessiva dell’edificio;
  • Il consolidamento, il ripristino, il miglioramento delle caratteristiche termiche;
  • I lavori riconducibili al decoro urbano quali quelli riferiti alle grondaie, ai pluviali, ai parapetti, ai cornicioni e alla sistemazione di tutte le parti impiantistiche che insistono sulla parte opaca della facciata.

Qual’è la percentuale di detrazione?

La detrazione pari al 90% della spesa sostenuta senza alcun limite di spesa fino al 31/12/2021, nel 2022 la detrazione pari al 60%.

Quali sono le scadenze?

31/12/2022.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

10 anni.

È possibile cedere il credito?

Sì, il beneficiario della detrazione può usarlo in maniera diretta oppure optare per lo sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2022.

Chi sono i beneficiari?

Bonus facciate accessibile a tutti i beneficiari (tutti i soggetti Irpef e Ires).

Quali sono gli immobili agevolati?

Tutti gli immobili.

 

bonus mobili   

 BONUS MOBILI

Ricevo l'azione fiscale concessa a chi realizza interventi regolati da detrazione 50% per l'acquisto di mobili destinati ad arredare l'unità immobiliare oggetto di lavori di ristrutturazione.

Gli interventi che rientrano nel Bonus Mobili sono:

  • Acquisto di mobili;
  • Acquisto di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A;
  • Acquisto di forni e lavasciuga di classe A o superiore;
  • Grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla classe A per i forni, alla classe E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, alla classe F per i frigoriferi e i congelatori, per le pari apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

Qual è la percentuale di detrazione?

  • 16.000 € fino al 31/12/2021;
  • 10.000 € per il 2022;
  • 5Mila euro per il 2023 e il 2024.

Quali sono le scadenze?

31/12/2024;

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

10 anni;

È possibile cedere il credito?

No;

Chi sono i beneficiari?

  • Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arte o professione);
  • Condomini;
  • Soci di cooperative divise in divise;
  • Soci delle società semplici;
  • Imprenditori individuali (solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce)

Quali sono gli immobili agevolati?

Edificio plurifamiliare (condominio costituiti o meno);

Ufficio unifamiliare;

Unità immobiliare (in condominio).

 

bonus verde detrazioni   

BONUS VERDE

Il bonus verde è una distrazione del 36% per le spese sostenute per le opere di sistemazione a verde di aree scoperte private.

Gli interventi che rientrano nel Bonus Verde sono:

  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti;
  • Recinzioni;
  • Impianti di irrigazione;
  • Realizzazione di pozzi;
  • Coperture a verde;
  • Giardini pensili.

Qual è la percentuale di detrazione?

36% per una spesa massima di 5000€.

Quali sono le scadenze?

31/12/2024.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

Essa può essere detratta in 10 anni.

È possibile cedere il credito?

No.

Chi sono i beneficiari?

Tutti.

Quali sono gli immobili agevolati?

Tutti.

 

Ecobonus Condominiale

ECOBONUS CONDOMINIALE

Il bonus per interventi energetici condominiali agevole lavori sulle parti comuni con una detrazione variabile dal 70 al 75%.

Gli interventi che rientrano nell'Ecobonus Condominiale sono:

  • Isolamento (coibentazione) pareti verticali;
  • Isolamento (coibentazione) coperture disperdenti;
  • Isolamento (coibentazione) copertura;
  • Isolamento (coibentazione) pavimenti;
  • Isolamento (coibentazione) copertura non disperdente non sovrapposte a coperture disperdenti.

Qual è la percentuale di detrazione?

La detrazione è pari al 70% o al 75% se l'intervento migliora la prestazione energetica conseguendo almeno la qualità media di cui al decreto del MISE 26 giugno 2015, 

con una spesa massima di 40.000€ per ogni unità immobiliare.

Quali sono le scadenze?

31/12/2024.

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

10 anni

È possibile cedere il credito?

Sì, il beneficiario della detrazione può usarlo in maniera diretta oppure optare per sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2024.

Chi sono i beneficiari?

Condomini.

Quali sono gli immobili agevolati?

Edifici plurifamiliari (condomini costituiti o meno).

 

ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Il bonus agevola i lavori per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti con una percentuale di detrazione variabile del 75%

Gli interventi che rientrano nel Bonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche sono:

  • Installazione ascensori;
  • Installazione montacarichi;
  • Installazione montascale;
  • Installazione di un elevatore esterno;
  • Costruzione rampe;
  • interventi atti a favorire la mobilità interna attraverso l'utilizzo della comunicazione, della robotica e di ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata.

Qual è la percentuale di detrazione?

La detrazione pari al 75% su una spesa pari a:

  • 50.000 € per gli edifici unifamiliari o assimilabili;
  • 40.000 € moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari;
  • 30.000 € moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l'edificio per gli edifici composti da più di 8 unità immobiliari.

Quali sono le scadenze?

31/12/2022. 

In quanti anni è possibile detrarre le spese?

5 anni.

È possibile cedere il credito?

Sì, il beneficiario della detrazione può usarlo in maniera diretta oppure optare per sconto in fattura o cessione di un credito di imposta per tutte le spese sostenute fino al 31/12/2022

Chi sono i beneficiari?

  • Condomini;
  • IACP;
  • Persone fisiche;
  • Operative di abitazioni a proprietà indivisa.

Quali sono gli immobili agevolati?

  • Edificio plurifamiliare (condominio costituiti o meno)
  • Edificio unifamiliare o assimilabili;
  • Unità immobiliare (in condominio)

(Parte del contenuto del materiale è stato fornito da ACCA Software S.p.a.)

Per ulteriori informazioni o per fissare un sopralluogo chiamateci!!!